LE «ORAZIONI INAUGURALI» DI GIAMBATTISTA VICO. CONCORDANZE E INDICI II
Marco Veneziani
LE «ORAZIONI INAUGURALI» DI GIAMBATTISTA VICO

CONCORDANZE E INDICI

II



133

Nuova tappa del nostro «percorso lessicografico» attraverso le Orazioni

Inaugurali
, secondo il programma che abbiamo esposto nel precedente numero

di Lexicon philosophicum (3-1988): allegata al volume troviamo adesso la microfiche

delle concordanze lemmatizzate della seconda Orazione e, inoltre, diamo a

stampa gli indici sia della prima sia della seconda.

Pronunciata nel 1700, questa seconda Orazione ha una particolare rile-

vanza rispetto alle altre cinque dal punto di vista della ecdotica vichiana, giac-

ché per prima venne messa in circolazione da Vico nella forma che egli aveva,

fra il 1706 e il 1707, attentamente rivisto e arricchito con le «Emendationes».

Accompagnata da una dedica propiziatrice, fu inviata manoscritta a Marcello

Filomarino dei Duchi della Torre, con la speranza che questi ne curasse a pro-

prie spese la stampa (1708). Il manoscritto fu mandato così «al diserto», come

è noto, e solo nel tardo '700 venne fortunosamente riscoperto; l'Orazione fu

quindi recuperata e — ancora una volta prima, per singolare coincidenza,

rispetto alle altre — pubblicata in una edizione moderna a stampa (1823) dal

Marchese di Villarosa.

Tali vicissitudini, mentre hanno contribuito ad arricchire le fonti testuali

delle Orazioni, valgono a confermarci nell'impressione che quel processo di

maturazione, col quale Vico finì per valutare l'insieme dei discorsi universitari

come un corpus coerente di scritti, dovette accompagnare o seguire di poco la

pubblicazione del De studiorum ratione (1709). Nei termini stessi con cui Vico

presenta l'Orazione al Filomarino, «Ea est oratio de taetris foedisque stultitiae

malis», non vi è ancora traccia di un qualche filo conduttore che la accomuni

ad altro, tantomeno emerge il tema unitario — «De finibus et ratione studio-

rum» — che, enunciato nell'Autobiografia, influenzò anche la formulazione ulti-

ma dtll'argumenium: «Ut animum virtute et sapientia conformemus».

Appena qualche parola, per adesso, sugli indici che pubblichiamo: di cia-

scuna Orazione daremo man mano Xindex locorum e l'indice di corrispondenza

fra forme e lemmi, secondo un criterio estensivo di documentazione, che è

motivato principalmente dall'analisi statistica e stilistica alla quale in seguito i

testi verranno sottoposti. Come conclusione dello spoglio lessicografico, infatti,

134

presenteremo alcuni tipi di indici, per il buon uso dei quali i prospetti parziali

non mancheranno, noi crediamo, di dimostrarsi utili.

Da più parti, in verità, mi è venuto l'invito a concentrare il programma

editoriale di questo lavoro in una pubblicazione più compatta, da includere fra

i volumi editi dal Lessico Intellettuale Europeo. Un'ipotesi e un progetto cer-

tamente più impegnativo di quello attuale, che stiamo tuttavia considerando in

vista di abbreviare, come è probabile che accada, i tempi complessivi di elabo-

razione.



135



136



137



138



139



140



141



142



143



144



145



146



147



148



149



150



151



152



153



154



155



156



157



158



159



160



161



162



163



164



165



166



167



168



169



170



171



172



173



174



175



176



177



178



179



180



181



182



183



184



185



186



187



188



189



190



191



192



193



194



195



196



197



198



199



200



201



202



203



204



205



206



207



208



209



210



211



212



213



214



215



216



217



218



219



220



221



222



223



224



225



226



227



228



229



230



231



232



233



234



235



236



237



238



239



240



241



242



243



244



245



246



247



248



249



250



251



252



253



254



255



256



257



258



259



260



261



262



Marco Veneziani . Date:

This page is copyrighted

Refbacks

  • There are currently no refbacks.